Dell’educazione e di altri rimedi

Sarà ormai evidente a tutti: per scrivere un articolo non serve un fatto. Non serve nemmeno un progetto. Basta un'esigenza, un richiamo della coscienza. Un atto d'amore verso la propria comunità, disordinato o precoce che sia. L'Errante quando non scrive pensa tantissimo. E ha sempre pensato che educare fosse una sorta di vocazione. Si possono... Continue Reading →

Il tempo di ogni cosa

“Io mi chiedo che cosa pensa la gente là fuori. Vedono i nostri furgoni ma non sanno quello che facciamo … magari pensano che non stiamo lavorando e invece …”. C'è un tempo per ogni cosa: uno per la critica e uno per la lode, uno per l'invettiva e uno per la riflessione. E poi... Continue Reading →

Una questione pubblica #7

“Nel maggio 2018 quando sono arrivato, dire che l’ufficio tecnico era disarticolato era un eufemismo” (Claudio Mori, Assessore ai Lavori Pubblici, Comune di Campegine – 30 marzo 2019). Segnatevi questa frase perché ci sarà utile. Se avessi dovuto dare un titolo a questo articolo avrei scritto “cose che nessuno sa”. Per vostra fortuna i resoconti... Continue Reading →

Belli e informati

Sono uno sportivo errante. E mi sento un po' più errante da quando hanno chiuso la mia cara vecchia palestra, bianca e squadrata. Ma mi hanno detto che posso stare tranquillo e che entro il 30 giugno tutto sarà finito. Beh, più o meno due mesi fa mi hanno anche detto che “Fino all'inizio dei... Continue Reading →

Vietato l’accesso ai non informati

Deve essere successo lì. Non c’è altra spiegazione. Tutto nella notte tra il 30 novembre e il 1 dicembre. In quel fatidico Consiglio… Dove eravate? Quale alibi per l’assenza? Stavolta siamo tutti colpevoli. Un po’ perché le convocazioninon lasciano mai molto spazio alla programmazione, sempre a filo di Statuto, un po’ perché fuori dal virtuale... Continue Reading →

All’Anima del Commercio – Parte I

  Si... lo sappiamo. È da un po' che non ci si fa vivi. Nel frattempo, milioni di Campeginesi attendevano resoconti di consigli comunali e idee regalo per le feste. È che eravamo usciti per prendere una cosa in Paese, e ... A trovarlo, quello che cercavamo! Davanti a noi un paesaggio di serrande abbassate... Continue Reading →

Una questione pubblica straordinaria

“Riprendiamoci il Comune:…è nostro impegno primario annullare i provvedimenti di unificazione degli Uffici, restituendo reale autonomia al Comune e conseguentemente ai suoi Cittadini, realizzando notevoli risparmi economici che produrranno nuove risorse” (Rinascita Campeginese – programma elettorale, maggio 2017) Sono un elettore errante. Sono errante perchè ho scoperto che si può cambiare idea. E solo gli stolti non cambiano... Continue Reading →

Una questione pubblica #6

Quaranta minuti di nulla. Seguiti da pensieri rarefatti. Non occorre usare giri di parole, quando le parole non ci sono. Perché è proprio stato un generale smarrimento ad inaugurare la seduta di sabato mattina . E sì che il piatto era molto ricco...in teoria… Il vostro Narratore partirà diligentemente dall'inizio: un vuoto di tre quarti... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑