Aperto per libertà

Mi sono stancata. Stanca di miti vuoti, di strumentalizzazioni, di false ideologie cavalcate per puro interesse. Voglio dire e cercare la verità. E la verità è che la liberalizzazione NON sta distruggendo le famiglie italiane. No. Questo è marketing nel senso peggiore del termine. Così come è marketing la recente dichiarazione di un’insegna della Grande... Continue Reading →

Resto qui

Primo postulato del lettore errante. I libri ci scelgono. Mi sembra un buon punto di partenza per quella che non sarà una recensione ma piuttosto il racconto di un viaggio: andata e ritorno. Andata. Un consiglio, su tutti e prima di tutti, mi aveva fatta voltare verso questo autore per me sconosciuto. Libro poi incontrato... Continue Reading →

Anno più/Anno meno

E’ passato un anno, o poco più. Un anno da quel primo sguardo obliquo, un anno da quando abbiamo osservato il nostro Paese con occhi davvero diversi. Quasi per la prima volta. E un anno è il tempo giusto per fare una prima rassegna dei pensieri. Quindi mi immagino qua, Campeginese Errante, su una panchina,... Continue Reading →

Una questione pubblica #4

Ho pensato molto a come iniziare questo resoconto. Vedetela così, una specie di “blocco del narratore”. Ma siccome è una... questione pubblica, eccoci qui. Un Consiglio breve, tre punti all’ordine del giorno, tra cui il rendiconto di gestione dello scorso bilancio 2017, a cavallo tra due legislature. Pubblico scarno, come sempre, e forse non solo... Continue Reading →

Allenatori nel pallone

Non siamo stati creati per essere soli, né tantomeno per camminare in solitudine. Nessuno di noi. E se questo è vero per la dimensione privata, nella sfera pubblica in particolare, questa forma diventa sostanza. Lavorare in squadra, perseguendo un interesse collettivo attraverso l'impegno singolo, personale, è forse la sintesi perfetta della vocazione "sociale" di ciascuno... Continue Reading →

Non è un paese per donne

Quanto sono importanti le parole? Identificare una persona con un nome proprio contribuisce a descriverla come entità unica e a fare di lei “memoria”. Senza le parole non esisterebbe la memoria. Ma il filo che collega parole e memoria è così sottile che, quando un nome si dimentica, piano piano si affievolisce anche il ricordo... Continue Reading →

Persone, prima delle cose

Riporto un estratto dell'invito che ha fatto don Paolo in merito alla decisione, poi  rientrata, dei Conad di Sant’Ilario e Taneto di restare aperti la mattina del 25 (dalle 9.30 alle 12.30). "Il Giorno di Natale (e magari anche la Domenica) non fare la spesa, vai a trovare amici e parenti, rallegrati con le persone che incontri,... Continue Reading →

Volontari della Libertà, via

C'è una via a Campegine che si chiama "Volontari della Libertà". Se non sapete dov'è, smettete di leggere, e andate a cercarla, tanto ci rivediamo... Pochi lettori sanno che è il Bertucco, una delle strade che dall'abitato e dall'asfalto sfuma nella ghiaia, nei campi. Per spegnersi contro un argine, il nostro estremo oriente del comune...... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑