Il tempo di ogni cosa

“Io mi chiedo che cosa pensa la gente là fuori. Vedono i nostri furgoni ma non sanno quello che facciamo … magari pensano che non stiamo lavorando e invece …”. C'è un tempo per ogni cosa: uno per la critica e uno per la lode, uno per l'invettiva e uno per la riflessione. E poi... Continue Reading →

Il falò delle nullità

Succede nella nostra Casa, nella casa della nostra Famiglia. Tutto dipende dal percorso che scegliete, e allora rischiereste di non vedere, e non sapere nulla. Se per esempio decidete di entrare dal retro, potreste trovare solamente tre estintori appoggiati nel cortile interno di via IV Novembre al numero 6. Il cortile di “Casa Famiglia”. Un'esercitazione,... Continue Reading →

Una questione pubblica #7

“Nel maggio 2018 quando sono arrivato, dire che l’ufficio tecnico era disarticolato era un eufemismo” (Claudio Mori, Assessore ai Lavori Pubblici, Comune di Campegine – 30 marzo 2019). Segnatevi questa frase perché ci sarà utile. Se avessi dovuto dare un titolo a questo articolo avrei scritto “cose che nessuno sa”. Per vostra fortuna i resoconti... Continue Reading →

Belli e informati

Sono uno sportivo errante. E mi sento un po' più errante da quando hanno chiuso la mia cara vecchia palestra, bianca e squadrata. Ma mi hanno detto che posso stare tranquillo e che entro il 30 giugno tutto sarà finito. Beh, più o meno due mesi fa mi hanno anche detto che “Fino all'inizio dei... Continue Reading →

Una questione pubblica #6

Quaranta minuti di nulla. Seguiti da pensieri rarefatti. Non occorre usare giri di parole, quando le parole non ci sono. Perché è proprio stato un generale smarrimento ad inaugurare la seduta di sabato mattina . E sì che il piatto era molto ricco...in teoria… Il vostro Narratore partirà diligentemente dall'inizio: un vuoto di tre quarti... Continue Reading →

Resto qui

Primo postulato del lettore errante. I libri ci scelgono. Mi sembra un buon punto di partenza per quella che non sarà una recensione ma piuttosto il racconto di un viaggio: andata e ritorno. Andata. Un consiglio, su tutti e prima di tutti, mi aveva fatta voltare verso questo autore per me sconosciuto. Libro poi incontrato... Continue Reading →

Allenatori nel pallone

Non siamo stati creati per essere soli, né tantomeno per camminare in solitudine. Nessuno di noi. E se questo è vero per la dimensione privata, nella sfera pubblica in particolare, questa forma diventa sostanza. Lavorare in squadra, perseguendo un interesse collettivo attraverso l'impegno singolo, personale, è forse la sintesi perfetta della vocazione "sociale" di ciascuno... Continue Reading →

Una questione pubblica #3

Sono, siamo tornati! Parrebbe a grande richiesta, ma non voglio montarmi la testa. Eccomi qui dunque ad indossare ancora una volta i panni del Narratore. Serata impegnativa, quella di venerdì. Una di quelle sere in cui il tempo e lo spazio diventano concetti del tutto relativi, una di quelle sere che fanno la differenza. Tra... Continue Reading →

Chiacchiere distintive

La maggioranza dei Campeginesi ha abbastanza primavere per ricordarsi un'epoca in cui la divisione tra opposti schieramenti era una faglia serissima. Culturale, sociale, storica, e insieme politica. Quei confini erano a volte ideologici, ma più spesso semplicemente di valori, di provenienza, di tradizione familiare, e sembravano paletti (persino muri) invalicabili. Questo è stato vero per... Continue Reading →

Una questione pubblica #2

Succede in consiglio - 22 gennaio 2018 Bentornati! Vi stavo aspettando! Stasera 28 persone erano sedute nella sala del Consiglio: il doppio rispetto all'ultima volta! Oh, tranquilli, so che il merito non è mio ma lasciatemi una piccola, minuscola illusione di avere fatto qualcosa anch’io per il nostro paese. Dopotutto, sono solo un Narratore, ma... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑